A proposito di interpretazione del contratto e differenze culturali