L’arte visiva come forma di memoria