Un caso di esegesi burlesca nella Roma dei Barberini. Il Comento sopra i versi di Cecco Antonio