L’ingresso di un minore o una minore in una comunità educativa di acco- glienza a carattere residenziale (da ora in avanti C.E.A.) è un passaggio de- licato che richiede una presa in carico educativa che vada oltre le dimensioni istituzionali. I principi tutelati dalla Convenzione ONU sui diritti dell’in- fanzia e dell’adolescenza (Convention on the Rigths of the Child, 1989) de- vono trovare attuazione nelle pratiche di gestione ed intervento dei servizi e nel raccordo tra essi, così come gli studi sulle reti lo definisco e certificano (Folgheraiter, 2011; Franzoni, Anconelli, 2014; Salvini, 2017).

Diritti e progettazione nei servizi educativi residenziali per i minori. Una ricerca nelle Comunità educative di Accoglienza della Liguria

Andrea Traverso
2020

Abstract

L’ingresso di un minore o una minore in una comunità educativa di acco- glienza a carattere residenziale (da ora in avanti C.E.A.) è un passaggio de- licato che richiede una presa in carico educativa che vada oltre le dimensioni istituzionali. I principi tutelati dalla Convenzione ONU sui diritti dell’in- fanzia e dell’adolescenza (Convention on the Rigths of the Child, 1989) de- vono trovare attuazione nelle pratiche di gestione ed intervento dei servizi e nel raccordo tra essi, così come gli studi sulle reti lo definisco e certificano (Folgheraiter, 2011; Franzoni, Anconelli, 2014; Salvini, 2017).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/1033400
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact