Il realismo dell’esperienza morale. Visione, vita concettuale e autointerpretazione