Ipocrisie e ambiguità delle autorità sanitarie e delle statistiche epidemiologiche