La nuova disciplina delle false comunicazioni sociali e le questioni ancora aperte