"Preziose" tipologie negli aurei romani