Il volume ricostruisce tre aspetti della politica non diplomatica degli Stati Uniti in Italia tra il 1947 e il 1955: l'azione sui sindacati, il productivity drive e la guerra psicologica in funzione anticomunista. La consultazione di documenti inediti provenienti dagli archivi americani ha permesso di ricostruire aspetti dell'azione USA in Italia conosciuti solo in parte, come il piano Demagnetize, il ruolo svolto dai sindacati statunitensi nella scissione della CGIL, le misure anticomuniste ispirate dall'ambasciatrice statunitense Clare Boothe Luce all'interno della FIAT nel 1955, la nascita e l'azione del movimento Pace e Libertà. Il volume dimostra come l'apparente eterogeneità delle misure adottate dal Dipartimento di Stato e da altri organi del governo USA nascondesse una matrice comune, un unico disegno politico il cui obiettivo era quello di trasformare l'Italia da "alleato riluttante" a solido punto di riferimento della strategia americana nel Mediterraneo.

L'altra faccia della medaglia. Guerra psicologica e diplomazia sindacale nelle relazioni Italia-Stati Uniti durante la prima fase della guerra fredda (1947-1955)

GUASCONI, MARIA ELEONORA
1999

Abstract

Il volume ricostruisce tre aspetti della politica non diplomatica degli Stati Uniti in Italia tra il 1947 e il 1955: l'azione sui sindacati, il productivity drive e la guerra psicologica in funzione anticomunista. La consultazione di documenti inediti provenienti dagli archivi americani ha permesso di ricostruire aspetti dell'azione USA in Italia conosciuti solo in parte, come il piano Demagnetize, il ruolo svolto dai sindacati statunitensi nella scissione della CGIL, le misure anticomuniste ispirate dall'ambasciatrice statunitense Clare Boothe Luce all'interno della FIAT nel 1955, la nascita e l'azione del movimento Pace e Libertà. Il volume dimostra come l'apparente eterogeneità delle misure adottate dal Dipartimento di Stato e da altri organi del governo USA nascondesse una matrice comune, un unico disegno politico il cui obiettivo era quello di trasformare l'Italia da "alleato riluttante" a solido punto di riferimento della strategia americana nel Mediterraneo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/720788
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact