Scritture femminili nella Grande Guerra: il caso italiano