L’appropriatezza “temporale” delle prestazioni sanitarie.