Alfonso Gatto, la poesia come "freschezza"