Dalla sostituzione al conflitto: le metafore vive