La "Dante Alighieri", il Risorgimento e gli scrittori italiani