Dalle “piante magiche” alla “polvere bianca” d’Occidente.