Il restauro e le nuove frontiere tecnologiche. 3° parte