Eutanasia, trapianti, morte cerebrale: a proposito di un libro sulla fine della vita umana