A tavola con i monaci: il piacere dell’austerità