La correttezza dei messaggi pubblicitari: un principio da valorizzare