“Un donario fittile con elefanti e Cerbero dal santuario di Portonaccio a Veio”